Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Oggi mamma news

Oggi mamma news

Un piccolo universo, dedicato alla famiglia, alle mamme e ai figli.


Arrivano le contrazioni: come identificarle e cosa fare

Pubblicato da Mara Mencarelli su 16 Ottobre 2013, 00:44am

Tags: #Gravidanza

Dopo i fatidici nove mesi e in alcuni casi anche prima o anche dopo, arrivano le contrazioni: cosa fare? Non farsi prendere dal panico l'utero ha avuto contrazioni preparatorie frequenti anche nell'ultimo trimestre della gravidanza, quindi per prima cosa assicuratevi che siete entrate in travaglio e controllate la frequenza e la cadenza delle contrazioni ed identificarle, se sono regolari, con molta probabilità si tratta proprio di contrazioni da parto se pi sono preceduto e seguite dall'espulsione del tappo mucoso significa che da li a poche ore il vostro bimbo verrà alla luce. Vediamo cosa fare e come identificare le contrazioni da parto.

 

Foto: blog.corsopreparto.com

 

 

Inizia il travaglio: le contrazioni preparatorie

Non tutte vivono il momento delle contrazioni e del travaglio, alcune donne per motivi fisici o di altra natura devono affrontare il parto con cesareo programmato ma nonostante ciò è bene che sappiano riconoscere l'insorgenza delle contrazioni che annunciano l'inizio del travaglio. Difficilmente all'inizio le contrazioni saranno frequenti, ma con il passare delle ore vi accorgerete che la distanza tra una contrazione e l'altra si farà sempre più breve e che l'intensità delle stessa tenderà ad aumentare. Senza farvi prendere dal panico avvisate vostro marito o chiamate un parente che possa accompagnarvi in ospedale: non c'è fretta specie se siete delle primipare passeranno diverse ore e alle volte anche dei giorni prima che il bambino venga alla luce.

Fate in modo di avere la borsa contenete gli indumenti per voi e per il bambino già pronta in modo da essere più serene e se preferite sdraiatevi a letto attendendo l'arrivo di qualcuno, sdraiarsi diventa d'obbligo se vi si sono rotte le acque.

Anche nei casi più lunghi passeranno al massimo due o tre ore prima che raggiungiate l'ospedale e generalmente nessuna donna (salvo casi eccezionali di parti precipitosi), partorisce così velocemente. Telefonate al vostro ginecologo ed avvisatelo che state per recarvi in ospedale o in clinica.

Respirate a fondo tra una contrazione e l'altra cercando di rilassarvi evitando di contrarre la muscolatura, assecondate la contrazione e cercate di distrarvi guardando la TV o ascoltando della musica il tempo passerà più velocemente mentre attendete l'arrivo di chi vi porterà in ospedale: presto sarete mamma!

Post recenti