Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Oggi mamma news

Oggi mamma news

Un piccolo universo, dedicato alla famiglia, alle mamme e ai figli.


Allattamento ed alcool ecco perché non si deve bere

Pubblicato da Mara Mencarelli su 19 Febbraio 2015, 00:07am

Tags: #1° anno di vita

Alcool e allattamento
Alcool e allattamento

Allattamento ed alcool sono due parole che contrastano contrariamente a come si è creduto per anni consigliando alle mamme di bere la birra per "fare latte, allattare e consumare alcool è un comportamento nocivo alla salute del bambino. Va considerato che il neonato non sintetizza l'alcool fino a circa tre o quattro mesi di vita il piccolo possiede una funzione epatica ridotta ed il suo fegato non è in grado di sintetizzare l'alcool introdotto dalla mamma. Ciò non toglie che piccole quantità di vino o bevande alcoliche leggere potranno essere consumate preferibilmente in orari lontani dall'allattamento di almeno tre o quattro ore. L'alcool ha un'azione sedativa sul neonato quantità elevate possono comportare problemi più seri. L'alcool è un alimento vietato anche in gravidanza.

Ecco perché non si deve bere alcool!

L'alcool inoltre conferisce al latte un sapore ed un odore differente percepito dal neonato il quale secondo le statistiche tenderà a succhiare il 20 % in meno di latte rispetto al normale quantitativo cui è abituato a mangiare.

Anche altri cibi conferiscono un sapore ed un odore non gradito al bambino per questo andranno evitati. Oltre all'alcol anche sostanze stupefacente, caffè e sostanze eccitanti in genere, tutti i cibi difficilmente sintetizzabili dal fegato immaturo come fritti, cioccolato etc andranno evitati.

Il mio consiglio

Una sana alimentazione a base di cibi freschi e genuini, un buon apporto proteico evitando anche cibi troppo raffinati e conservanti costituiranno la dieta più opportuna per la mamma che allatta.

Non si tratta di fare i bacchettoni ma care mamme se aspettate un figlio, alcool e fumo fareste bene a metterli da parte sia per la vostra salute che per quella del vostro bebè.

Mara M.

ti potrebbe interessare

Post recenti