Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Oggi mamma news

Oggi mamma news

Un piccolo universo, dedicato alla famiglia, alle mamme e ai figli.


Post piccanti sul blog per mamme? No grazie

Pubblicato da Mara Mencarelli su 29 Settembre 2016, 16:13pm

Tags: #I consigli delle mamme

Post piccanti sul blog per mamme? No grazie

Sono una blogger e sono una mamma e come tale credo che debba conformarmi ad una serie di regole utile per l'educazione dei propri figli.

Voi volete che i vostri bambini dicano parolacce? Rispondano male all'insegnate o cose del genere? Io personalmente no. Quando i miei figli erano piccoli le parolacce così definite, erano bandite in casa. Per far si che i propri figli "siano" credo si debba "essere".

Post piccanti e parolacce sul blog per mamme? No grazie

Ora qualcuno mi definirà bacchettona ma sinceramente credo che i canoni dell'educazione si insegnino praticandoli o in privato, e che alcuni commenti fuori luogo in pubblico e frasi piccanti con incluse "parole forti" o vere e proprie parolacce, non siano il massimo. Come spiegare poi ai propri figli che nei lori temi o nei loro pensierini delle elementari non possono scriverle anche loro?

Coerenza, ecco cosa ci vuole coerenza e non dimenticare che se il vostro "va.......o" fa odiens non è per nulla educativo.

Post piccanti e parolacce sul blog per mamme? No grazie

Magari un linguaggio trasgressivo rende più appetibile la lettura? Si sa la gente ama il gossip, cosa che io detesto in piena regola. O forse mancano i giusti attributi per dare valore a ciò che si scrive? Ecco dunque che quando mi trovo a leggere parolacce e volgarità nei blog per mamme rimango un po' basita specie perché le blogger hanno comunque a loro volta dei figli.

Meglio i contenuti

Personalmente ritengo che per farsi leggere e riuscire in questo, è meglio puntare sui contenti, sulla conversazione ed il confronto reciproco più che sulle "parolacce" sia ironiche che non, che per me sono e rimangono sinonimo di poca educazione, sia quando vengono sventolate nel web che alla radio o anche in TV dimenticando che, dall'altra lato dello schermo o del blog, oltre ai propri figli, magari piccoli, ci sono persone che proprio non le gradiscono.

Post recenti