Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Oggi mamma news

Oggi mamma news

Un piccolo universo, dedicato alla famiglia, alle mamme e ai figli.


I bambini ed i loro i perchè: come rispondere alle domande

Pubblicato da Mara Mencarelli su 27 Settembre 2013, 10:58am

Tags: #Psicologia e famiglia

I bambini ed i loro i perchè: come rispondere alle domande

I bambini attraversano varie fasi nella loro vita. assisteremo al momento del no tipico del bambino piccolo, un modo che costituisce il primo tentativo di questo piccolo essere umano di affermare la propria identità e mettere alla prova l'amore dei propri genitori; il periodo delle domande e dei perché in cui tutto è fonte di interesse per il bimbo che cerca di comprendere, analizzare e capire le cose i comportamenti le realtà e le caratteristiche del mondo circostante ponendoci talvolta d'avanti a quesiti a cui non sappiamo rispondere, o peggio ancora di fronte a domande imbarazzanti. Infine, troviamo il periodo adolescenziale nel quale si assiste ad un'altra ondata del proprio io che tenta di affermare se stesso come individuo adulto e delineare la propria personalità. In ogni fase di crescita di vostro figlio vi scontrerete con problematiche differenti ma, in questo articolo, ci occuperemo dei bambini e di come rispondere alle domande che ci vengono poste.

Preparatevi spiritualmente e in senso pratico, ossia documentatevi, leggete e non fatevi trovare impreparati, infine aspettatevi che vi arrivino tra le tante anche domande imbarazzanti (per alcuni), connesse alla sessualità, allo sviluppo e alla riproduzione. Una fase che tutti i bambini ed adolescenti attraversano e che merita delle risposte concrete. Se vi rendete conto di non essere all'altezza della situazione o di provare imbarazzo, fate in modo di trovare qualcuno che possa farlo al vostro posto ma non vi esimete dal fornire al bambino le risposte che merita. Anche la sessualità, "argomento scottante" può essere illustrata al bambino o all'adolescente in modo consono e semplice senza giri di parole o false mezze verità, se sarete semplici, chiari e diretti e parlerete senza grande imbarazzo, ciò che percepirà il bambino sarà uno stato di totale normalità e tornerà a rivolgervi i mille quesiti e i tanti perché di cui ha bisogno per soddisfare la propria curiosità e conoscenza e crescere in modo armonico. Al contrario se vi comportate in modo schivo e darete risposte prive di significato o insufficienti, il bambino perderà fiducia in voi e nel rapporto di sana comunicazione, penserà che sottovalutate le sue richieste e che non lo considerate; forse tenderà a farvi meno domande ma ciò a discapito sia della sua conoscenza e curiosità sia del rapporto di fiducia che dovrebbe istaurare con voi.

Post recenti